Istituto Malattie Croniche “Samuel Hahnemann”

Facebook Posts

Una laurea in medicina a pieni voti con lode (come tanti...non era difficile), un giuramento di Ippocrate sulla scienza e coscienza, un percorso in ospedale e poi via, per la inconsistenza dell'approccio al malato. Contemporaneamente una scia verso l'omeopatia, come il medico di famiglia suggeriva, dal primo anno di Università. Eppure, ho sempre pensato che la "conoscenza" fosse un sapere condiviso, come dice il termine e non un astratta idea di dogma, come invece ho dovuto constatare poi. Parliamoci chiaro...non è che l'obbligo delle vaccinazioni sia diverso dall'obbligo di terapie appiattite verso le multinazionali farmaceutiche (non che le piccole aziende siano diverse, ma almeno non condizionano la politica sanitaria). Somministrare farmaci significa indurre un cambiamento nell'organismo che li riceve. Questo non è diverso dalla somministrazione dei vaccini. Si può dire all'infinito dell'obbligo delle aziende a sottoscrivere le reazioni avverse ai farmaci e che questo obbligo non sussiste nei confronti del vaccino di qualsiasi natura. ognuno può dirsi contrario a questa sperequazione. Tuttavia, il problema sta nell'atteggiamento del Ministero Salute (AIFA come braccio effettore), per il quale la NECESSITA' delle epidemie o dei rischi di contagio, "obbliga" a non considerare gli effetti avversi, come per tutti i farmaci. Pensate al vaccino anti-influenzale. Quali prove sono state fatte sull'uomo sano? nessuna! Quali prove sono state compiute per conoscere davvero il ceppo annuale? nessuna! Si lasciano le aziende farmaceutiche libere di scegliere a piacimento il ceppo virale...vi immaginate tutto il mondo scientifico alla ricerca del virus orientale ogni anno, da Pechino a Bali a Singapore, etc.? Ma tutto questo è "scientifico", anche se non genera "conoscenza". Noi sulle barricate ci stiamo da sempre e lo facciamo in nome della verità, anche se il mondo, oggi, va in tutt'altra direzione. Abbiamo anche pagato, per questo. Abbiamo dovuto studiare il doppio (il nostro e il loro, in termini di farmacologia, per essere credibili). Ma non basta mai! Ora devono essere i giovani a chiedere libertà di espressione e di decisione della loro vita...Noi li appoggeremo sempre.

Galeno
... See MoreSee Less

View on Facebook

La forma virale di questi giorni, caratterizzata da mal di gola lieve (senso di raschiamento), modica febbre o solo una lieve sensazione febbrile, spossatezza alle gambe, tosse secca, riferita comunque alla gola, occasionalmente vertigini...risponde molto bene a HEPAR SULPHUR, assumendo granuli ogni 2-3 ore, possibilmente alternando due preparazioni diverse, ad esempio 5 e 30 CH, nella misura di 2 granuli per ogni assunzione. Dalle Alpi a Capo Pachino

Galeno
... See MoreSee Less

View on Facebook

Da settembre a Novembre si terranno a Roma e Bologna le sessioni di tre giornate tenute dal dott. Angelo Micozzi, presidente dell'Istituto Malattie Croniche su
IMMUNOFARMACOLOGIA OMEOPATICA.
Per dettagli programmi ed iscrizioni cliccare qua sotto
www.mapyformazione.it/immunofarmacologia/
... See MoreSee Less

View on Facebook